Il viaggio ha inizio
gregsep

Benvenuti sul sito web di Stefano Gregoretti, Ultrarunner, Triatleta e sportivo appassionato.

Il mio libero pensiero

Esiste un posto senza spazio… capace di portarti ovunque tu voglia.
Un posto dove riversare e da cui trarre ogni energia, ogni emozione ogni slancio di vita… di passione.
E’ un muscolo, il più importante che abbiamo.
Ma non si vede… è il cuore.

Non esiste fatica, gara, sudore, puzza di cloro, arsura, vento contro o traguardo senza che il suo battito mi investa e mi faccia sentire ciò che voglio essere
Che sia nella polvere del deserto o su un sentiero d’alta montagna o dentro ad un lago gelato, la mente spinge prima ancora delle gambe.
Spinge ad andare.. andare.. correre, pedalare, attraversare i propri limiti per lasciarseli indietro. Inutili schemi mentali…
Ed io sono così. Sono aria fresca di montagna.
Sono l’aquila cui non bastano cento canyon da attraversare. Spirito tenace,appassionato, libero in ciò che mi fa sentire vivo…
Ogni giorno sono io che decido, se lasciarmi trascinare dalla vita o se soffiarci dentro a pieni polmoni lo spirito acceso del mio cuore.

ULTIME NEWS

  • Patag

EINSTEIN CONTRO FORREST GUMP!

Chi vincerebbe in un ultra fra il genio della matematica e il romantico testone? Nessun dubbio: Forrest. E volete sapere perché? Perché è scemo. Non me ne vogliano i runners, […]

  • 13494984_1120427001349966_6726556195637826364_n

Magreid 2016, 100 km nella steppa friulana con il ‘San Patrignano Running Team’

Mentre mi preparavo ad attraversare il deserto della Patagonia, ero solito la domenica mattina d’inverno correre sulla sabbia per 20-30 km, cercando la corsa economica, “alla Legolas”, che mi sarebbe […]

  • Rivista spagnola

  • #nientescuse.001 bis

#nientescuse

PER MAGGIORI INFO CLICCA QUI SOTTO

  • Golden_160309_1239_0574

Tu chiamala se vuoi… escursione termica!

Eccomi a raccontarvi un po’ di queste incredibili giornate nel deserto. Che poi se per deserto si intende assoluta mancanza di vita vegetale e animale va bene… Ma ha una […]

  • Arctic

‘Dove c’è il pericolo là c’è la salvezza’

Almeno così dice un aforisma tante volte ripreso dal buon Aldo Rock in radio. Ma se nel pericolo ci si trova poi veramente, nel posto esatto dove si vorrebbe essere, dopo aver lavorato ed […]

LA COSTANTE RICERCA DI SUPERARE I PROPRI LIMITI

Essere un ultrarunner, vuol dire cercare costantemente di superare i propri limiti nella propria vita, perché in questo sport la vita e la tua passione vivono nello stesso identico posto. Dare il meglio, sforzarsi, soffrire e alle volte pensare se si sta davvero facendo la cosa giusta, fa parte del gioco. E’ un percorso lungo, pieno di sacrifici e di rinunce lungo la strada che ti porta verso il conseguimento dei tuoi risultati.
Il motivo di tutto questo? Sentirsi vivo.
Visitare paesi lontani, luoghi spesso inaccessibili, raggiungibili solo con il più antico mezzo di locomozione noto all’uomo: le proprie gambe.
La sensazione che si prova, correndo nelle fredde distese dell’isola di Baffin, con il giacchio che ti si forma sul viso, l’aria fredda che senti nei polmoni, o il caldo cocente del Grand Canyon, che ti si asciuga addosso in un istante, la sabbia, antichi percorsi conosciuti solo dai popoli che abitavano quei posti in passato: abbracciare con gli occhi la vastità di questi luoghi e farli tuoi.
Essere un ultrarunner, vuole dire essere tu, solo con le tue forze e poco più, a sfidare te stesso nei luoghi più impervi del pianeta.
Felice.

I MIEI SOCIAL

FACEBOOK

Oggi ho imparato che molti spendono 10.000 € per fare i corsi per diventare leader! Bhooo. ... Vedi di piuVedi di meno

Vedi su facebook

...e poi ho incontrato loro... ... Vedi di piuVedi di meno

Vedi su facebook

I miei Sponsor